25 Giugno , 2021
spot_img

Ultimi articoli

NOLE – Il Primo Barocco italiano proposto dall’Accademia degli Umoristi

NOLE – Il secondo concerto del circuito Organalia 2021, intitolato Il primo barocco italiano, è in programma sabato 12 giugno alle 21 nel santuario campestre di San Vito a Nole. In caso di maltempo il concerto si terrà nella chiesa parrocchiale di San Vincenzo martire.

Protagonista dell’appuntamento sarà, per la seconda volta consecutiva, l’ensemble Accademia degli Umoristi, formato da musicisti che si sono specializzati nella prassi esecutiva delle composizioni del primo barocco italiano. A Nole si esibiranno Susanne Geist e Giulio De Felice al flauto dolce e alla traversa rinascimentale, Stefano Cicerone al trombone barocco, Daniele Bovo al violoncello e Matteo Cotti all’organo portativo, fornito quest’anno dalla bottega organaria Dell’Orto&Lanzini di Dormelletto.

duo riverberi 1 res

Il programma comprende musiche di Andrea Falconieri (Battaglia De Barbasso Yerno De Satanas),Biagio Marini (La Foscarina), Girolamo Frescobaldi (Canzon quinta a 3, F 8.34C), Bernardo Storace (Follia), Alessandro Stradella (Sonata a soprano e violoncello in Re), Giovanni Gabrieli (La spiritata), Marco Uccellini (Aria sopra La Bergamasca) e Dario Castello (Sonata duodecima a due soprani e trombone).

Susanne Geist ha studiato flauto dolce con Lorenzo Cavasanti al Conservatorio Claudio Monteverdi di Bolzano ed è stata più volte insignita del premio Giovani Promesse dell’Accademia del Ricercare. Nel 2017 ha vinto il Premio Nazionale delle Arti. Giulio De Felice nel 2017 si è invece specializzato con Francesca Odling in flauto barocco e classico con lode e menzione d’onore al Conservatorio Giuseppe Verdi. Ha vinto diversi premi internazionali tra cui l’Ibla Grand Prize 2017 e si è esibito in molti paesi d’Europa, negli Stati Uniti e nel Sud Est Asiatico.

Si è inoltre esibito con il duo De Felice-Arata e con il trio la Sérénade nel programma di Rai5 Nessun Dorma. Collabora con numerosi gruppi da camera e orchestrali specializzati nella musica antica con strumenti storici. Stefano Cicerone è diplomato in trombone al Conservatorio di Torino, ha vinto nel 2018 il XIII Premio Nazionale delle Arti nella categoria Realizzazioni e interpretazioni di opere del repertorio storico elettroacustico. Ha suonato in note rassegne concertistiche, tra cui MiTo Settembre Musica 2017 e 2019 e Organalia 2020. Insegna Esecuzione e Interpretazione nei licei musicali di Cuneo e di Alba ed è assistente alla cattedra di Musica Insieme Fiati al Conservatorio di Torino. Matteo Cotti  è organista, pianista, clavicembalista e compositore con una particolare passione per la musica da camera. Il suo repertorio spazia dalla musica antica a quella contemporanea.

daniele bovo musikverein wien 1 res

Diplomato in organo e pianoforte al Conservatorio di Torino, frequenta attualmente il biennio specialistico di composizione, approfondisce lo studio del clavicembalo e si esibisce regolarmente come pianista, clavicembalista e organista, sia come solista che camerista. Ha ottenuto importanti riconoscimenti in concorsi nazionali e internazionali. Daniele Bovo è diplomato in violoncello moderno al Conservatorio di Torino e si è perfezionato in violoncello barocco presso la Hochschule di Lipsia. La sua attività di violoncellista moderno lo ha portato a partecipare ad eventi di forte impatto mediatico, come il concerto in occasione del decimo anniversario dalla caduta del muro di Berlino, diretto presso la Porta di Brandeburgo dal compianto maestro Mstislav Rostropovich. Ha collaborato con artisti del calibro dei Queen, dei Deep Purple, di Lionel Richie, George Micheal, BB King, Sting, Bono, Eric Clapton, Luciano Pavarotti e Josè Carreras.

L’accesso al concerto in programma a Nole sarà consentito a partire dalle 20,30 osservando le norme anti Covid ancora in vigore: utilizzazione della mascherina per l’intera durata del concerto, igienizzazione delle mani con gel disinfettante, rilevazione della temperatura corporea tramite termoscanner, occupazione dei posti segnalati. L’ingresso, come di consueto, sarà con libera offerta. Il pubblico interessato potrà registrarsi gratuitamente alla mailing list di Organalia e sarà accolto dalle hostess, che utilizzeranno la mascherina e i guanti protettivi in lattice per la distribuzione gratuita della brochure che copre l’arco temporale dal 6 giugno al 24 luglio. Il concerto è organizzato grazie al contributo del Comune di Nole, in collaborazione con l’Unione dei Comuni del Ciriacese e Basso Canavese e con la parrocchia di San Vincenzo martire e dell’Abbadia di San Vito.

MUSICISTI DEL XX E XXI SECOLO CON IL DUO RIVERBERI A SAN CARLO CANAVESE DOMENICA 20 GIUGNO

Musicisti del XX e XXI secolo è invece il titolo del concerto in programma domenica 20 giugno alle 17 nella chiesa parrocchiale di San Carlo in strada Ciriè 2 a San Carlo Canavese. Il Duo Riveberi, composto dall’organista Stefano Pellini e dal saxofonista Pietro Tagliaferri, proporrà brani di Flor Peeters (Trumpet tune in D major opera 116), Marcel Dupré (cinque brani dai 79 Corali opera 28), Jean Alain (Litanies), Marco Enrico Bossi (Piccola Fanfara, Ave Maria), Sir Edward Elgar (Allegro dalla Organ Sonata opera 28), Bjarne Sløgedal (Variazioni su un aria popolare norvegese), Massimo Berzolla (Piccolo requiem, per un’anima gentile), Pietro Tagliaferri-Massimo Berzolla (Us, Lilien).

Il progetto Riverberi è nato nel 2003 dalla collaborazione tra Pietro Tagliaferri e il compositore Massimo Berzolla, con l’idea accostare il sax soprano all’organo, costruendo un repertorio unico e affascinante, che spazia dal Rinascimento ai giorni nostri. Nel 2009 la formazione si è rinnovata con l’organista Stefano Pellini e con l’apporto della sua esperienza e cultura. L’attività del Duo si è sviluppata in circa duecento concerti negli Stati Uniti, in Messico, Polonia, Austria, Germania, Spagna, nelle più prestigiose rassegne organistiche italiane e in incisioni discografiche, riscuotendo ovunque unanime consenso.

La rassegna Organalia 2021 è patrocinata dalla Giunta e dal Consiglio Regionale delPiemonte, dalla Città Metropolitana di Torino e, per la prima volta, dal Pontificio Consiglio per la Cultura. Per saperne di più si può consultare il sito Internet www.organalia.org, scrivere a info@organalia.org oppure chiamare il numero telefonico 011-2075580.

Ultimi Articoli

NOLE

Video da non perdere

X