19 Settembre , 2021
spot_img

Ultimi articoli

CARMAGNOLA – Tutto pronto per la 72^ Fiera Nazionale Del Peperone di Carmagnola

CARMAGNOLA – Dopo la “Edizione Speciale e Diffusa” del 2020, la 72^ edizione della Fiera Nazionale del Peperone di Carmagnola è in programma dal 27 agosto al 5 settembre 2021 con 10 giorni di eventi gastronomici, culturali e artistici con esperienze creative e coinvolgenti per tutti i sensi e per tutte le fasce di età in un’area espositiva di oltre 10.000 mq con 8 piazze dedicate, di cui 6 enogastronomiche, 2500 posti a sedere e oltre 200 espositori di cui 100 alimentari.

Carmagnola, città ricca di storia e di manifestazioni tradizionali legate alla cultura popolare locale, verrà fatta scoprire ai visitatori attraverso molti eventi, mostre ed allestimenti pensati per farne conoscere e valorizzare il grande patrimonio architettonico e culturale.

Le informazioni complete si trovano in www.fieradelpeperone.it

E una delle più grandi e qualificate manifestazioni italiane nel settore dell’enogastronomia, la più grande dedicata a un prodotto agricolo. Grazie a un’attenta ricerca sulla qualità e sul legame coi territori che permette di proporre le migliori eccellenze nazionali ed accontentare tutti i gusti, da undici anni la kermesse viene riconosciuta ufficialmente come Manifestazione Fieristica di Livello Nazionale e nelle ultime edizioni pre-Covid ha registrato un crescente successo con oltre 250.000 visitatori nel 2018, 300.000 nel 2019, oltre 100.000 kg di peperoni venduti ad edizione e una grande ricaduta economica sul territorio, stimata da una qualificata ricerca universitaria in 25 milioni di euro dal 2014 al 2018.

IL PEPERONE DI CARMAGNOLA E IL CONCORSO DI DOMENICA 29 AGOSTO

Il Peperone si potrà acquistare e gustare nelle sue cinque tipologie riconosciute dal consorzio dei produttori: il quadrato, il trottola (a forma di cuore con punta leggermente estroflessa o con punta troncata), il lungo o corno di bue (cono molto allungato), il tumaticot (tondeggiante e schiacciato ai poli, come un pomodoro) e il quadrato allungato. Le prime quattro sono autoctone mentre l’ultima è un ibrido che ha una resa superiore in quanto più tollerante alle virosi. I peperoni di Carmagnola vengono raccolti manualmente dalla fine di luglio rispettando un severo disciplinare di produzione e sono apprezzati in tutta Italia per caratteristiche uniche di qualità e genuinità che si prestano alle più svariate preparazioni.

Per tradizione, nella prima domenica della Fiera (quest’anno il 29 agosto) viene organizzato il Concorso Mostra/Mercato del Peperone riservato ai produttori locali, in un evento presentato da TINTO – al secolo Nicola Prudente, conduttore radiofonico e televisivo che dal 2003 conduce il programma Decanter su Radio2 insieme a Federico Quaranta – in cui gli eccezionali vincitori verranno fatti vedere al pubblico.

LA PIAZZA DEI SAPORI, IL VILLAGGIO DEL PEPERONE E LE ALTRE AREE ENO-GASTRONOMICHE

Tutti i giorni in orario Fiera ci saranno la “Piazza dei Sapori”, il “Villaggio del Peperone e del Territorio”, “Il giardino del gusto”, il “Mercato dei produttori del Consorzio”, Street Food nei Giardini del Castello e in altre aree del centro storico.

La “Piazza dei Sapori” è la grande Piazza Mazzini trasformata in un grande ristorante all’aperto da un’idea geniale del compianto ristoratore Renato Dominici che la ideò tra gli anni Novanta e i primi Duemila per portare alla manifestazione, accanto al peperone, i migliori prodotti tipici del territorio torinese.

Nella Zona Salone Fieristico (viale Garibaldi) viene riproposto il “Villaggio del Peperone e del Territorio”, progetto di agricoltura da vivere a 360° con street-food agricoli proposti in collaborazione con la Società Orticola di Mutuo Soccorso S.O.M.S. “D. Ferrero”, con il Distretto del Cibo Chierese-Carmagnolese e con il Consorzio del Peperone di Carmagnola e l’associazione “Stupinigi è”. I prodotti delle aziende agroalimentari coinvolte arricchiranno l’offerta del cibo da passeggio e il rapporto tra terra e tavola all’interno della manifestazione.

Nel Villaggio, domenica 5 settembre, dalle ore 10:00 alle ore 19:30, ci sarà La Vetrina del Territorio con presentazione, esposizione e vendita delle eccellenze dei Comuni aderenti al Distretto del Cibo Chierese – Carmagnolese.

Tra le altre aree eno-gastronomiche, ci saranno “Il giardino del gusto” nella splendida cornice dei Giardini Unità d’Italia con una food court di eccellenze enogastronomiche e il “Mercato dei produttori del Consorzio del Peperone” in Via Gobetti, piazza Mazzini e Via Porta Zucchetta

Dal 2 al 5 settembre ci saranno anche “Cà Peperone” e “LApePeroneria nel mondo”.

 “Cà Peperone”, in Piazza Verdi, iniziativa a cura dello specialista di food event Marco Fedele dedicata alle eccellenze gastronomiche carmagnolesi con laboratori, talk show e cooking show con giornalisti, chef, scrittori ed altri ospiti che potranno presentare ricette, raccontare storie e cucinare. Apre Ca’ Peperone giovedì 2 settembre lo chef stellato Davide Scabin che incontra le autorità di Carmagnola e la Ristorazione Carmagnolese per un confronto sulla Cucina della tradizione e la Cucina 4.0 . In risposta alle Dark e Ghost Kitchen tanto di moda durante il lock down ci saranno “Le ricette del Putagè”, le Cucine di Casa invitando le nonne e le mamme a preparare le loro ricette dedicate al Peperone… cercando anche la Peperonata Perfetta!

 “LApePeroneria nel mondo”, in Largo Vittorio Veneto, è un’iniziativa a cura della Taverna Monviso che trasformerà la piazza in una trattoria a cielo aperto con il ritorno del Parlapà – l’hamburger con carne di Fassone Coalvi e prosciutto artigianale di Carmagnola – piatti della cucina nel mondo rivisitati e interpretati con il peperone e gli altri prodotti del territorio che verranno presentati con l’intervento di vari ospiti e chef.

LE CENE A TEMA DI ALTA QUALITÀ

Grazie all’importante sostegno della BCC – Banca di Credito cooperativo di Casalgrasso e Sant’Albano Stura, di Pasta Berruto e di Hydra, anche nel 2021 la Fiera propone cene di qualità preparate con prodotti di eccellenza, a cura del ristorante “La cucina piemontese” di Vigone nel Pala BCC allestito all’interno del Salone Fieristico Alimentare, in Viale Garibaldi 29. Momenti conviviali con portate raffinate che vengo riproposti sulla scia del successo riscosso nelle ultime tre edizioni. Le cene sono a pagamento, i tavoli saranno posizionati garantendo le distanze di sicurezza ed obbligatori ed è richiesta prenotazione obbligatoria ai numeri 380.3264631 – 380.7102328

Per le nuove normative vigenti ai partecipanti sarà richiesto obbligatoriamente il Green Pass.

La cena del 1° settembre proporrà le famose pizze di GINO SORBILLO, quella del 2 settembre sarà intitolata “Profumo di Mare” e proposta in collaborazione con Costa Crociere, quella del 3 settembre proporrà “I prodotti Distretto del Cibo Chierese-Carmagnolese” e il 4 settembre ci sarà il “Gran Galà per la Fondazione Piemontese per la Ricerca sul Cancro di Candiolo”, organizzata con il sostegno della BCC – Banca di Credito Cooperativo di Casalgrasso e Sant’Abano Stura con buona parte del ricavato che verrà destinato alla ricerca della nota Onlus.

Informazioni complete in www.fieradelpeperone.it

IL FORO FESTIVAL

Il Foro Festival nasce nel 2018 da un’idea dei ragazzi della Consulta Giovanile Carmagnolese, operante sul territorio dal 2012, come evento collaterale di rilievo della Fiera.

Dopo la pausa del 2020 dovuta all’emergenza sanitaria, il festival torna dal 27 al 30 agosto 2021 con quattro appuntamenti: il Belle Époque Show – cena animata con spettacoli di burlesque, live piano e dj set – nella prima serata a partire dalle ore 20:00, il concerto di GIUSY FERRERI il 28 agosto alle ore 21:45, di SAGI REI il 29 agosto alle 21:30 con opening act di Badvice Dj + Gino Latino + Tuttafuffa Dj Crew e di  NOEMI il 30 agosto alle 21:45.

Il biglietto di ingresso del Belle Epoque Show è di € 30,00 con cena compresa, per Giusy Ferreri è di € 20,00, per The Kolors è di € 15,00 e per Sagi Rei di € 10,00.

I biglietti dei concerti sono acquistabili in vari punti prevendita del territorio e presso le casse del Festival nelle serate dei concerti a partire dalle ore 18:30 (se ancora disponibili), online su ciaotickets.com e quelli di Giusy Ferreri e Noemi anche su ticketone.it.

Informazioni complete in www.fieradelpeperone.it

GLI EVENTI E GLI SPETTACOLI GRATUITI IN PIAZZA ITALIA

Il grande palco di Piazza Italia ospiterà altri eventi gratuiti in tutte le altre serate, dal 31 agosto al 5 settembre.

Il principale ospite sarà ARTURO BRACHETTI nella serata del 2 settembre con “Arturo racconta Brachetti”, un’intervista frizzante tra vita e palcoscenico in cui la leggenda del quick change, l’uomo dai mille volti che in un battito di ciglia (o forse due) è capace di trasformarsi in mille personaggi, si racconta in una serata speciale fatta di confidenze, ricordi e viaggi fantastici.

Il 31 agosto è in programma “BeatlesStory”, un live show multimediale che, attraverso un magico viaggio, ripercorre l’intera storia dei Beatles dal ‘62 al ‘70, in un concerto con oltre 40 dei loro più grandi successi eseguiti da Claudio Iemme, Patrizio Angeletti, Roberto Angelelli e Armando Croce.

Il 1° settembre è la volta di  “Mi ritorni in mente”, un omaggio a Mogol e Battisti a cura della Cooperativa Arte e Musica, spettacolo nato da un’idea del polistrumentista e voce del gruppo Francesco Zino che ha vinto un bando ministeriale grazie al quale è stato rappresentato in numerosi eventi e festival italiani.

Il 3 settembre il cartellone propone “Ti porto dove c’è musica” con Piero Vallero e la Labirinto Orchestra, un concentrato di stili e diversi generi – da Elvis Presley alle più recenti Hit, passando attraverso ai Pooh, Battisti e Ramazzotti, toccando Phil Collins, Billy Joel e Barry White – esplorando le forme più disparate di espressioni musicali, in un concerto sempre in evoluzione da 25 anni a questa parte.

Il 4 settembre arriva la “eXplosion Band in concerto”, il primo Energy Disco Show italiana in due ore di spettacolo senza pause in cui le migliori hit internazionali ed italiane di genere dance, pop, rock, latino e funky, che ci hanno fatto scatenare dagli anni 80 fino ad oggi, sono impreziosite da acrobatiche coreografie, repentini cambi d’abito, una scintillante scenografia e soprattutto tanto tanto coinvolgimento.

Domenica 5 settembre si comincerà alle ore 16 con la tradizionale “Festa di Re Peperone e la Bela Povronera”, un evento con decine di personaggi e maschere del Piemonte presentato da Sonia De Castelli e Elisabetta Gedda, per concludere la sera con il concerto della Società Filarmonica di Carmagnola intitolato “#Tuttinsieme”.

INIZIATIVE SPECIALI PER LA FONDAZIONE PIEMONTESE PER LA RICERCA SUL CANCRO

Per il terzo anno consecutivo, la Fondazione Piemontese per la Ricerca sul Cancro ONLUS è charity partner della manifestazione con diverse iniziative ad essa dedicate.

Oltre alla cena di qualità del 4 settembre, verranno proposte altre iniziative per promuovere e sostenere le attività della Fondazione e materiale informativo verrà divulgato presso i punti info.

Durante la Fiera, i ricercatori dell’Istituto di Candiolo – IRCCS, attraverso l’utilizzo di microscopi, daranno una dimostrazione del lavoro che svolgono quotidianamente all’interno dei loro laboratori. Un’attività fondamentale per il nostro futuro, come evidenziato durante il periodo di emergenza cha ha investito tutti quanti.

Inoltre Renata Cantamessa in arte Fata Zucchina, dopo il successo ottenuto nella scorsa edizione con il progetto “I Ricercati” e concluso con la donazione di € 1.500,00 euro a favore della Fondazione, dedica alla Fondazione alcune bellissime iniziative del suo progetto Pep-Revolution (maggiori info nel paragrafo dedicato).

Dieci giorni scanditi da tre importanti “cantieri” che si trasformano in una vera e propria “rivoluzione” dedicata alla salute dell’uomo e del pianeta, all’insegna della grande sfida globale della sostenibilità lanciata dal peperone di Carmagnola e proposta al grande pubblico da Renata Cantamessa, giornalista TV nazionale e web, autrice e divulgatrice agro-scientifica – con la partecipazione tecnica dell’APCI-Associazione Professionale Cuochi Italiani.

Le iniziative prevedono “#PEPERENATA – la Scienza Cucinata” – format web e social studiato con la preziosa collaborazione di Medici e Ricercatori dell’Istituto di Candiolo-IRCCS e gli Chef dell’APCI, “#FRIENDELIVERY”, una  web-serie benefica sull’amicizia d’asporto proposta “a domicilio” (come il food delivery che ha spopolato durante l’emergenza) e web-serie video realizzata partendo dai disegni elaborati dai 150 bambini, e il “PEPERONARIO GREEN 2022 – il calendario della sostenibilità” illustrato dal cartoonist Tiziano Riverso,

12 mesi per raccontare i 17 obiettivi dello Sviluppo Sostenibile dell’Agenda 2030 Onu promosso dal Consorzio di Produttori del Peperone di Carmagnola, grazie al sostegno dell’azienda Retarder Srl di Verzuolo e di Pasta Berruto Spa di Carmagnola. E 12 mesi per dare “sostenibilità” alla Ricerca sul Cancro grazie alla campagna #sostienicandiolo, che ogni mese regalerà un’idea per sensibilizzare il pubblico a sostenere l’Istituto di Candiolo

Il Peperonario Green 2022 verrà omaggiato a tutti i visitatori della manifestazione a fronte di una libera donazione per sostenere la ricerca oncologica dell’Istituto di Candiolo

UN’EDIZIONE ANTI-SPRECO ALIMENTARE

Dopo quella del 2019, questa sarà la seconda edizione anti-spreco alimentare della Fiera grazie alla collaborazione con Cuki che fornirà migliaia di piatti in alluminio, campioni di sostenibilità in quanto prodotti con alluminio riciclabile al 100%, e migliaia di Cuki Save Bag distribuite ad espositori ed esercenti della città. La Cuki Save Bag è la doggy bag nata nel 2016, in collaborazione con Banco Alimentare, per contrastare lo spreco alimentare nei ristoranti pemettendo di portare via il cibo non consumato nel piatto. Save Bag è parte integrante del progetto di responsabilità sociale Cuki Save the Food, iniziativa avviata nel 2011 per il recupero del cibo non servito nelle mense collettive, sempre in collaborazione con Banco Alimentare. Cuki Save The Food dona alla Onlus milioni di vaschette in alluminio e migliaia di thermobox, strumenti ottimali per la conservazione e il trasporto del cibo in totale sicurezza. Il progetto dal 2011 ad oggi ha consentito di salvare dallo spreco 18 milioni di porzioni di cibo in favore dei più bisognosi

Ultimi Articoli

Video da non perdere

X